Ultima modifica: 10 Gennaio 2019
home > MELODIE DI NATALE INTERPRETATE DAI BAMBINI DELLA PRIMARIA DI CORSO ARCHINTI

MELODIE DI NATALE INTERPRETATE DAI BAMBINI DELLA PRIMARIA DI CORSO ARCHINTI

Nel pomeriggio del 21 dicembre 2018, sulle gradinate esterne dell’edificio tutti i bambini della scuola S. F. Cabrini hanno dato il benvenuto ai genitori presenti ed hanno proposto un momento di scambio di auguri.
Il freddo era pungente, ma il pubblico era numeroso.

I ragazzi delle classi quinte hanno presentato e spiegato che quest’anno il progetto del nostro Istituto ha come titolo “Mondi alla rovescia, viaggio nell’immaginario”: in ogni classe infatti si sta lavorando su questo tema in tutte le materie che si affrontano.

È stato eseguito un canto dal titolo “Los reyes magos” (I re magi): si è trattato di un canto natalizio proveniente dall’altra parte del mondo, dall’America latina e precisamente dall’Argentina.
Il brano narra la tradizione dei re magi adattata ad una cultura molto lontana dalla nostra.
La distanza non è solo musicale (ritmo latino e melodia), ma soprattutto culturale.
Ramirez, il compositore del brano, spiega che i magi portano alla grotta del bambino doni tipici della loro terra, frutti della cultura e del contesto sudamericano.
Ecco allora i loro regali: un sombrero messicano, un poncio di alpaca e una chitarra, oltre a miele e “arrope” uno sciroppo tipico di quelle zone.
Per meglio rispettare l’origine del brano una strofa è stata cantata da alcuni bambini che conoscono la lingua spagnola, le cui famiglie provengono da Bolivia, Ecuador, Brasile, Repubblica Dominicana, Perù.

Da notare che i bambini della classe 3A hanno accompagnato con gli strumenti a percussione il brano, facendoci ricordare i ritmi sudamericani.

Inoltre abbiamo avuto l’appoggio di alcuni genitori musicisti che ci hanno suonato la musica dal vivo: alla chitarra Laura, mamma di Martino di 5C e Isacco, e al tamburo Davide papà di Milo di 5B.
A loro va un grande ringraziamento!

In seguito i bambini hanno proposto un canto scout: “Strade e pensieri per domani”, che porta messaggio di pace e solidarietà: noi siamo tutti diversi, proprio come i colori di un arcobaleno, ma possiamo stare insieme e creare un futuro migliore per tutti.
I ragazzi presentatori hanno ricordato che anche l’inno europeo afferma che “solo restando uniti gli uomini possono vincere le difficoltà della vita ed essere felici“.

Tutti gli alunni e gli insegnanti hanno cantato e sventolato colorati fogli e pon pon e scandito parole di fratellanza:

– siamo come parti di uno stesso corpo, tutti differenti, ma tutti necessari e tutti importanti
– possiamo imparare da chi ci sta accanto
– dobbiamo aiutarci fra noi ed essere solidali
– siamo sotto un’unica bandiera, quella dell’umanità.

Questo è stato un bellissimo momento augurale per tutti, uno stupendo regalo di Natale!
Un grazie particolare a tutti gli insegnanti impegnati nella realizzazione dell’evento e a tutti i bambini, grandi interpreti, oltre che al caloroso pubblico intervenuto.

 

Per ascoltare il brano Los Reyes Magos interpretato dagli alunni della scuola primaria S.F. Cabrini è sufficiente cliccare su play.

 

Link vai su